SANITA': POLICLINICO ROMA, A RISCHIO LA MEDICINA D'URGENZA
SANITA': POLICLINICO ROMA, A RISCHIO LA MEDICINA D'URGENZA

Roma, 9 dic. (Adnkronos)- Policlinico: a rischio la medicina d'urgenza. I servizi ospedalieri di pronto intervento dei reparti di anestesia- rianimazione, medicina interna, oculistica, radiologia, ortopedia, chirurgia e neurochirurgia, ostetricia, pediatria, rischiano la paralisi. L'amministrazione universitaria minaccia infatti di non rinnovare per il 1994 il contratto ad oltre 60 annualisti, cioe' assistenti medici non regolarizzati. Un vuoto, destinato a determinare gravissimi disagi. E ad accrescere i problemi di malsanita' che affliggono la Capitale.

E' ancora in fase di studio infatti il progetto elaborato dalle autorita' competenti che dovrebbe portare alla sostituzione dei cosiddetti ''annualisti'' -tutti specializzati e in forze al Policlinico con contratti a termine dal 1989, rinnovato di anno in anno dal prefetto di Roma- con personale medico proveniente dalla graduatorie di trimestralisti, giovani appena usciti dalle scuole di specializzazione, con scarsa esperienza pratica.

Un'iniziativa -spiega il responsabile della AAMPULS, l'associazione assistenti medici del Policlinico, Stefano Brauneis- che si configura come un vergognoso passo indietro, rispetto ai risultati che si erano raggiunti grazie al lavoro prestato dagli annualisti, in un'area come quella della medicina d'urgenza, ancora oggi da questi requisiti di puntualita' ed efficacia imprescindibili in qualsiasi citta' che voglia definirsi europea''.

(Iac/As/Adnkronos)