ALGERIA: RAFFORZATA LA SICUREZZA ALL'AMBASCIATA
ALGERIA: RAFFORZATA LA SICUREZZA ALL'AMBASCIATA

Algeri, 9 dic (Adnkronos)- Un numero imprecisato di carabinieri e' giunto ad Algeri nell'ambito delle misure adottate dalla Farnesina per rafforzare la sicurezza dell'ambasciata d'Italia in Algeria. Nella sede diplomatica guidata dall'ambasciatore Patrizio Schmidlin confermano questo ''rafforzamento della protezione passiva'' dell'ambasciata, rilevando che la comunita' italiana ''ha reagito molto bene'' alla recrudescenza degli attentati di matrice radicale islamica contro gli stranieri in Algeria. ''Siamo coscienti delle attenzioni e precauzioni da prendere e non commettiamo imprudenze'', rilevano all'ambasciata, precisando che la comunita' italiana in Algeria e' ora ridotta a 550 persone, ''il minimo indispensabile''.

Un aereo dell'Alitalia con a bordo famigliari ed altri ''membri non indispensabili'' della comunita' e' partito oggi da Algeri alla volta di Roma ed altre partenze sono previste per le feste di Natale e Capodanno. Per chi rimane, e' stato organizzato un ''meccanismo di collegamento'' via radio ricetrasmittente tra l'ambasciata, i membri della collettivita' ed i responsabili delle societa' italiane operanti in Algeria. Nonostante tutte le precauzioni adottate, lo stato d'animo in ambasciata appare comunque dominato dalla preoccupazione e dal rifiuto di considerarsi legittimi bersagli dell'eversione integralista in lotta contro il regime sotto tutela militare di Algeri: ''Si cerca di far capire che noi italiani siamo qui per aiutare il paese con la nostra presenza economica, per creare infrastrutture utili al popolo algerino -viene rilevato nella sede diplomatica- non capiamo perche' si rivolgono contro di noi''.

(Lun/As/Adnkronos)