CINA: SI ARMA, USA PREOCCUPATI
CINA: SI ARMA, USA PREOCCUPATI

New York, 9 dic -(Adnkronos/Dpa)- Tutto il mondo effettua tagli al budget della difesa e smantella anche armamenti, ma in Cina i fondi per la difesa aumentano e avanza la tecnologia militare. Forte preoccupazione ha espresso in tal senso il vice assistente al ministero della Difesa americana Stanley Roth, sottolineando che il Pentagono vuole avviare contatti militari diretti nel tentativo di capire l'intera questione. Parlando al Comitato nazionale per le relazioni sinostatunitensi al Century Club di New York, Roth ha affermato che Washington e' alla ricerca di una ''struttura d'intero'' per le relazioni con Pechino, piuttosto che trattare solo in caso di eventi particolari.

Le relazioni tra i due paesi sono sempre state a ''senso unico'', ha continuato Roth, con insistenti richeste statunitensi per un cambimento sulle questioni dei diritti umani e la proliferazione delle armi, senza pero' offrire nulla nel ''senso opposto''. Col tempo, le relazioni sono andate deteriorandosi fino a portare il Pentagono a sospettare che la Cina consideri gli Usa suoi nemici ed ecco perche', ha spiegato Roth, l'amministrazione del presidente Bill Clinton e' diventata estremamente ''pragmatica e flessibile'' nei confronti di Pechino.

Washington vede nella Cina un valido e forte partner sotto tutti gli aspetti ed e' in attesa del momento migliore per risolvere gradualmente i problemi: i risultati si vedranno solo a lungo termine, ha concluso Roth, sottolinenado che una proiezione mostra che il prodotto nazionale lordo cinese nel 2007 sara' superiore di quello americano.

(Giz/Zn/Adnkronos)