ELEZIONI RUSSIA: PROFILI (7)
ELEZIONI RUSSIA: PROFILI (7)
ZYUGANOV

(Adnkronos/Dpa) - Cinquantenne leader del Partito Comunista della Federazione russa, Gennady Zyuganov ha puntato la sua campagna elettorale sull'opposizione alla costituzione su cui la popolazione russa e' chiamata ad esprimersi il 12 dicembre, nel tentativo di raccogliere i consensi necessari a superare lo sbarramento del cinque per cento.

Matematico, si e' lanciato in politica nel 1967 a Oryol. Chiamato a Mosca nel l983, si e' rapidamente inserito nell'apparato del Comitato Centrale del Partito Comunista dell'Unione Sovietica. Nel giugno 1990, e' diventato presidente del Comitato centrale e membro del Politburo dell'allora neonato Partito comunista della Russia, quindi presidente del Partito comunista della Federazione russa, successore dallo scorso mese di aprile del Partito comunista della Russia.

La sua campagna contro la costituzione riflette l'opposizione alle riforme promosse dall'ex presidente, Mikhail Gorbaciov. E' stato uno dei firmatari, nel luglio 1991, della lettera contro le riforme democratiche, un documento che i responsabili del colpo di Stato dell'agosto del 1991 hanno adottato come manifesto. Condannato, dalla dissoluzione del Partito comunista sovietico, a rimanere nell'ombra, quasi ''ospite'' alle sessioni del Congresso dei deputati del popolo, non e' riuscito ad attrarre l'attenzione dei mezzi di informazione su di se' e sul proprio partito nemmeno con dichiarazioni a favore del ritorno dell'Urss.

(Cin/Bb/Adnkronos)