SUDAFRICA: GRANDE RITORNO DI WINNIE MANDELA
SUDAFRICA: GRANDE RITORNO DI WINNIE MANDELA

Johannesburg, 9 dic -(Adnkronos/Dpa)- Reduce da un'infamante vicenda giudiziaria e dalla separazione dal marito, il leader dell'Anc (''African national congress'') Nelson Mandela, Winnie Mandela ha fatto il suo ritorno in grande stile alla politica sudafricana. La Mandela e' stata eletta presidente della Lega femminile dell'Anc (Ancwl), al Congresso dell'Ancwl tenutosi a Durban, nella provincia orientale del Natal, ottenendo 396 dei 560 voti in palio ed imponendo la sua candidatura su quella di Albertina Sisulu, moglie del vicepresidente dell'Anc Walter Sisulu.

La 58enne ex ''Madre della nazione'' nera sudafricana -nota per il suo violento radicalismo politico- si era vista revocare la sospensione dall'Ancwl decretata dopo la sua condanna a sei anni di detenzione nel 1991 per il sequestro di quattro giovani neri a Soweto nel dicembre del 1988 e l'uccisione il mese successivo del 14enne Moeketsie ''Stompie'' Seipei ad opera delle sue guardie del corpo. La condanna era stata poi tramutata in appello in un'ammenda pari a circa sei milioni di lire. Separatasi dal marito dall'aprile del 1992 in seguito alla scoperta di una sua relazione extraconiugale con un avvocato di quasi 30 anni piu' giovane di lei, la Mandela e' stata ora posta dall'Ancwl in cima alla sua lista di candidati per le elezioni costituenti del 27 aprile del 1994, le prime consultazioni a suffragio universale nei tre secoli e mezzo di storia del Sudafrica.

(Lun/Zn/Adnkronos)