MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI (2)
MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI (2)

(Adnkronos)- Il senatore spiega di essere venuto dal magistrato per capire come deve fare la Lega a restituire i 200 milioni che ha raccolto in questi giorni. Inoltre dichiara di aver consegnato al magistrato i bilanci del Carroccio degli ultimi tre anni. ''La Lega -tiene a precisare- e' l'unica forza politica ad avere i bilanci consolidati per tutte le sue sedi e non solo quella nazionale''.

Ma Castellazzi e Prosperini (i due ex leghisti ascoltati ieri da Antonio Di Pietro, ndr) affermano che ''anche i vostri bilanci sono falsi. Vero?'', sollecitano i cronisti. ''State parlando di due manutengoli di Craxi che proprio per questo sono stati buttati fuori dalla Lega''. Bossi quindi conferma la tesi del furto. Gia' Sandro Patelli, interrogato a San Vittore, aveva dichiarato agli inquirenti che quei 200 milioni ricevuti da Carlo Sama erano stati successivamente rubati nel corso di un furto avvenuto nella sede della Lega.

''Non e' un caso piccolo -dichiara Bossi- c'e' stato un furto. E confermo quanto ho gia' detto, e cioe' che potrebbe essere che con una mano ci hano dato dei soldi e con l'altra se li sono ripresi. Ci sono stati segnali strani''. (segue)

(Nsp/Bb/Adnkronos)