BERLUSCONI: BOSSI, ''NON SI FA POLITICA CON CLUB MILAN''
BERLUSCONI: BOSSI, ''NON SI FA POLITICA CON CLUB MILAN''

Padova, 20 dic. - (Adnkronos) - ''Berlusconi? Io non so cosa si dichiara. Sapevo che faceva il produttore e proprietario di reti Tv. Non conosco un Berlusconi che abbia partiti politici. Non si puo' prendere il club del Milan e farne un partito. La politica non e' fatta da bande di arrivisti, semplicemente perche' hanno un diploma o una laurea. Occorre ben altro: la fede, il sacrificio, gli investimenti''. Cosi', il leader della Lega Nord Umberto Bossi ha sminuito decisamente il ruolo del Cavaliere di Arcore nel prossimo venturo Polo di Centro che per Bossi, intervenuto ieri a un comizio a Padova, sarebbe meglio definire ''polo della Liberta', contrapposto ad un Polo della 'giustizia' dove prima di tutto si pensa allo Stato interventista''.

Il leader del Carroccio ha riproposto la strategia della diplomazia del suo movimento nei confronti di Berlusconi (''non esiste un partito di Berlusconi: sono mille brave persone ma non certo un movimento politico) e di Segni, ''il garante di un'area economica importante''. Ma anche per Segni non si puo' parlare di una forza politica -ha sottolineato Bossi- piuttosto di 'debolezza politica'; ''Dove sono i voti: sono solo quattro generali, ma senza esercito''. Secondo Bossi, insomma, ''Berlusconi e Segni possono fare da mediatori degli spezzoni allo sbando dell'area liberaldemocratica rimasti in campo dopo la battaglia campale vinta dalla Lega''. (Segue)

(Dac/Zn/Adnkronos)