BERLUSCONI: PROF. FOTIA - FORSE PEGGIO DEL PENTAPARTITO
BERLUSCONI: PROF. FOTIA - FORSE PEGGIO DEL PENTAPARTITO

Roma, 20 dic. (Adnkronos)- Il partito di Berlusconi? ''Rischia di contribuire alla nascita di nuovi conglomerati elettorali pigliatutto che potrebbero rivelarsi peggiori del pentapartito''. Il preoccupante giudizio non e' stato espresso da un avversario del presidente della Fininvest ma da un collega di Giuliano Urbani, il sociologo della Bocconi considerato l'ideologo del Cavaliere: si tratta di Mauro Fotia, docente di sociologia politica all'universita' ''La Sapienza'', autore del saggio ''Il neoliberismo in Italia'' pubblicato dalla casa editrice cattolica Citta' Nuova.

Ma perche' Urbani ha grande fiducia sulle doti politiche del patron di Canale 5? ''Ai suoi occhi Berlusconi appare come la migliore incarnazione dell'individualismo liberaldemocratico presente oggi in Italia'', ha osservato Fotia, studioso della produzione saggistica del presidente dell'associazione ''Alla ricerca del buongoverno''. Per il sociologo romano infatti le idee guida che muovono Urbani nella sua analisi politologica ''sono riconducibili ad una enfatizzazione dell'individuo in quanto soggetto che raccordandosi ad altri individui puo' azionare veri processi di trasformazione sociale''. E Silvio Berlusconi rappresenta il miglior esempio di imprenditore che e' riuscito a creare un impero economico che ''sembra ricercare anche l'interesse collettivo''.

Se fra i meriti dell'elaborazione di Urbani, il professor Fotia colloca ''il forte richiamo alla responsabilita' e al rischio personale'', fra i rischi ricorda in primo luogo quello di ''favorire un mercato selvaggio che non tenga conto dei fenomeni di emarginazione e dell'esigenza di tutelare la piena occupazione pur nella lotta ad ogni forma di inflazione''. Senza contare ''il rischio di favorire corposi interessi di gruppo, offrendo coperture alle estremizzazioni della lotta politica pur di raggiungere l'obiettivo desiderato''.

(Pam/As/Adnkronos)