GOVERNO: PANNELLA, GIA' OLTRE CENTO LE FIRME PER LA SFIDUCIA
GOVERNO: PANNELLA, GIA' OLTRE CENTO LE FIRME PER LA SFIDUCIA

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - Marco Pannella depositera' domani alla Camera l'annunciata mozione di sfiducia al governo Ciampi, per la quale ha gia' raccolto ''il doppio delle firme necessarie'' (quindi circa 120 deputati l'hanno sottoscritta). Il leader radicale non vuole dire pero' chi abbia firmato ne' a quali gruppi appartengano i parlamentari. La conferenza dei capigruoppo dovrebbe essere convocata tra Natale e Capodanno per decidere la data in cui la mozione sara' sottoposta al voto dell'Aula.

Pannella tiene a precisare che la sua iniziativa non vuole e non puo' allungare i tempi della legislatura. Una eventuale conferma della fiducia a Ciampi, o l'elezione di un nuovo governo con maggioranza politica, secondo Pannella, non creeranno difficolta' al presidente della Repubblica per sciogliere le Camere. Tutti hanno concordato, dice il leader radicale, sul fatto che un prolungato divorzio tra orientamento politico del Paese e composizione del Parlamento e' motivo di scioglimento anticipato delle Camere.

Perche' ci vuole un nuovo governo? Pannella lo aveva spiegato sabato scorso nel suo intervento in aula a Montecitorio. Se anche si andasse a votare il 27 marzo o il 10 aprile, per tutta una serie di adempimenti delle nuove Camere il governo Ciampi resterebbe in carica fino a giugno per l'ordinaria amministrazione. Ma secondo Pannella questo non e' tempo di ordinaria amministrazione per i molti e gravi compiti che attendono l'esecutivo, specialmente riguardo alle questioni europee. Il governo Ciampi, ''amputato fin dall'inizio di una delle sue componenti politiche, con tutto un gruppo di ministri nominati in vista di riforme istituzionali, oggi e' un governo apolitico, superato e passato, che dobbiamo ringraziare, ma che non puo essere deputato ad andare avanti''. (segue)

(Stg/Gs/Adnkronos)