POLO PROGRESSISTA: TRA AD E RIFONDAZIONE C'E' INCOMPATIBILITA' (2)
POLO PROGRESSISTA: TRA AD E RIFONDAZIONE C'E' INCOMPATIBILITA' (2)

(Adnkronos) - Ma come replica Rifondazione? L'ex segretario Sergio Garavini non ha peli sulla lingua. ''Quella che pongono i dirigenti di Ad e' una pregiudiziale che fa parte di un passato ormai superato. In realta' si vuole coprire un vuoto di proposta innovativa. Ad si colloca nella continuita' e vuole coprire il carattere sostanzialmente conservatore della sua linea politica con pregiudiziali anticomuniste del passato ormai superate. Noi invitiamo a confrontarci sul programma e in modo particolare sulle questioni sociali, del lavoro, della scuola, dell'ambiente etc. Rifondazione, Rete e Verdi rappresentano una opposizione. Ad rappresenta un gruppetto di persone che non conta nulla. Prevalgono le candidature rispetto al consenso''.

Garavini fa anche lui una metafora cosi' come Bordon, ma al treno sostituisce una vecchia storiella che si raccontavano da ragazzi. ''Il sabato quattro amici si incontravano per organizzare la domenica. Si organizzava una gita e uno diceva che avrebbe portato il pane, il secondo il formaggio, il terzo il vino e il quarto suo fratello. Insomma, Ad ha un solo punto di riferimento e cioe' il candidato, ma gli manca il consenso''.

(Gug/Zn/Adnkronos)