RAI: CISNAL CONTRO DECRETO ''SALVA-AZIENDA''
RAI: CISNAL CONTRO DECRETO ''SALVA-AZIENDA''

Roma, 20 dic. (Adnkronos)- ''Il sistema partitocratico che continua a governare il paese non puo' impunemente coprire il dissesto economico dell'ente radiotelevisivo pubblico''. Lo afferma la Cisnal spettacolo ''ribadendo - in un comunicato - la necessita' di fare piena luce sulle responsabilita' gestionali e la immediata rimozione di tutta la dirigenza che in qualsiasi modo abbia contribuito al grave dissesto finanziario della rai tv. Qualsiasi risanamento dell'azienda non puo' riversarsi sugli utenti che gia' subiscono una informazione deformata e lottizzata che privilegia la partitocrazia imperante''.

Inoltre, per la cisnal, ''appare oltremodo assurdo che il governo provveda con decreto legge a modificare l'assetto istituzionale dell'azienda, modificando cioe' una legge appena approvata lo scorso Giugno e nel momento in cui si chiude la legislatura per andare a nuove elezioni.

''Ci auguriamo che la magistratura intervenga per fare piena luce sui motivi del dissesto e cio' per rendere giustizia ai cittadini e ai lavoratori dipendenti che non hanno responsabilita' gestionali. Non possiamo altresi' condividere - conclude il comunicato - che lo stato mentre taglia 560 miliardi alla scuola e subisce la contestazione studentesca, dall'altro accetti passivamente lo sperpero di identica somma da parte di un ente lottizzato e asservito al potere politico che deve essere sottoposto ad attenta vigilanza della magistratura amministrativa prima ancora di quella penale''.

(Red/Bb/Adnkronos)