SINISTRA: 50 DIRIGENTI DI RIFONDAZIONE CONTRO POLO PROGRESSISTA
SINISTRA: 50 DIRIGENTI DI RIFONDAZIONE CONTRO POLO PROGRESSISTA

Roma, 20 dic. (Adnkronos) - Hanno scritto ad Armando Cossutta per protestare contro la politica di avvicinamento del partito al polo progressista guidato da Occhetto. Sono 50 dirigenti di Rifondazione Comunista, 9 dei quali fanno anche parte degli organismi dirigenti di alcune camere del lavoro o regionali Cgil, che al presidente di Rifondazione comunista vogliono ''dare una mano'' per ''l'avvenire della democrazia italiana''.

Ed a sostegno della loro battaglia contro la 'convenzione a sinistra' e contro il polo progressista ''neo conservatore'' i 50 neocomunisti hanno lanciato una petizione popolare invitando i militanti di base ad aderire ed a mobilitarsi.

''Contro il tentativo di passare dagli autoconvocati di lotta agli autoconvocati contro le lotte e per la difesa del profitto'' titola il testo della petizione in cui, dopo una ricostruzione delle tappe salienti della svolta 'destrorsa' ad opera del Pci-Pds e della Cgil, i neocomunisti chiamano a raccolta quanti ''vogliono restituire alla base l'iniziativa politica che oggi, in nome della 'convenzione', vede estraniato il mondo del lavoro'' e che punta a ridurre orario e salario ''pur di garantire e il profitto ed il suo devastante impiego nei rapporti sociali e nell'ambiente''.

(Vap/Pe/Adnkronos)