VENEZIA: CACCIARI AL DEBUTTO TRA I MANIFESTANTI
VENEZIA: CACCIARI AL DEBUTTO TRA I MANIFESTANTI

Venezia, 20 dic. (Adnkronos) - ''Gatte da pelare'' il filosofo Massimo Cacciari, neo sindaco di Venezia, ne avra' piu' di una nel corso del suo mandato. Un ''assaggio'' e' venuto subito, questa sera, in occasione del suo primo consiglio comunale come sindaco della citta' lagunare: fuori da Ca' Farsetti a manifestare i lavoratori stagionali dell'Actv (Azienda comunale di Trasporti Urbani) e i lavoratori delle imprese di Porto Marghera sull'orlo del licenziamento. Ma, anche in sala, gran ressa tra il pubblico coi manifestanti dei cantieri ''De Poli'' che accusano il sindaco di aver affrontato il problema della cantieristica veneziana solo col proprietario e non coi diretti interessati, i lavoratori.

Per il resto folla delle grandi occasioni a Ca' Farsetti con consiglio comunale al completo presieduto da Franco Rocchetta della Lega, il piu' votato il 21 novembre. Tanti flaches di fotografi e troupes televisive di Rai e Fininvest all'assalto dell'intervista del neo sindaco.

Sugli scranni di Ca' Farsetti pochi i volti noti e a proprio agio e molti i ''primigini'' al debutto, un po' a disagio nella veste di consiglieri comunali. Unico ''superstite'' della vecchia classe dirigente, ma da tempo all'opposizione, il sen. Mario Rigo, ex sindaco socialista degli anni '70, attualmente all'opposizione a capo della sua lista civica, dopo il divorzio dal Garofano alcuni anni fa.

Nel suo discorso di ''investitura'' Cacciari ha proposto il suo programma che affrontera' immediatamente il problema della casa e della residenza, col recupero di nuovi alloggi per 800 unita', grazie alla legge speciale, il problema della crisi di Porto Marghera, le politiche sociali, il turismo e la cultura, l'amministrazione e i servizi. (segue)

(Dac/Gs/Adnkronos)