LEONCAVALLO: SALVATORES E LA SUA TELECAMERA AL PRESIDIO (2)
LEONCAVALLO: SALVATORES E LA SUA TELECAMERA AL PRESIDIO (2)

(adnkronos) - ''In sostanza -ha quindi sottolineato il regista- in questa vicenda l'unico che credo si stia muovendo con grande attenzione pare essere il questore di Milano, mentre il prefetto ha fatto quel che poteva. D'altronde -ha concluso- ognuno ha le mogli, i mariti ed i sindaci che si sceglie''. Quanto al prossimo Natale, Salvtores si e' poi augurato ''che Milano torni ad essere una citta' aperta, che guardi al futuro come una citta' moderna e multietnica, aperta alle influenze esterne e non arroccata sulla difesa del proprio privilegio''.

Nel pomeriggio il regista milanese fara' visita ai giovani del centro sociale anche se il problema, ha precisato ''non e' solo quello di essere presente''. Questo, ha aggiunto ''e' forse un po' banale ed inutile, si tratta invece di pensare a un qualcosa di piu' concreto ed e' per questo che andro' con una telecamera cosi' almeno faccio il mio lavoro''.

(Ros/Pan/Adnkronos)