MANI PULITE: ESITO ROGATORIA PRESSO LO IOR
MANI PULITE: ESITO ROGATORIA PRESSO LO IOR

Milano, 22 dic. (Adnkronos) - Sono dodici le operazioni di bonifico elencate dall'Istituto opere religiose e relative a parte dei 90 miliardi in titoli di stato depositati e cambiati presso la banca del Vaticano per la maxi tangente Enimont. Le operazioni vanno dal 23 gennaio 1991 all'11 dicembre del medesimo anno. Un primo importo pari a 2 milioni e 212 dollari e' stato fatto transitare presso la Trade development bank di Ginevra in favore del conto ''FF 2927'' che gli inquirenti ritengono fosse un conto di transito per le tangenti indirizzate alla Dc.

Un secondo versamento di 350 milioni di lire e' stato effettuato presso la societa' di banca svizzera sul conto ''Valentino''. Altri due bonifici (2 milioni di dollari e piu' 6 milioni e 275 mila Ecu) sono stati accreditati sul conto ''Ecru'' della Sbs di Chiasso. Quindi 3 milioni e 57 mila dollari sono passati alla banca internazionale del Lussemburgo sul conto n. 971466/31971466. Altri tre versamenti registrati nel luglio del 1991 sono stati a beneficio del conto ''Steiner'' presso la Leu di Ginevra per gli importi di sette milioni di dollari piu' 15 milioni di dollari e successivi due milioni 843 mila dollari. Questi ultimi tre versamenti, ha sostenuto in aula il Pm Antonio Di Pietro, sarebbero andati a Giuseppe Berlini come risarcimento del prestito che l'uomo della finanza Ferruzzi aveva fatto a Cusani in vista della maxi tangente.

La nona operazione bancaria indicata dallo Ior e' relativa al pagamento di 20 miliardi e 309 milioni accreditati a favore del conto 81964041 presso la banca internazionale del Lussemburgo alla quale, nel dicembre, viene accreditata un'altra somma pari a 2 milioni e 372 mila Ecu. E sempre alla banca internazionale del Lussemburgo, ancora una volta sul conto n. 81964041 vengono fatte transitare due somme pari a 13 milioni e 919 mila dollari.

(Nsp/Pan/Adnkronos)