PIZZA: TRAGEDIA, NON PIU' IN MEZZ'ORA
PIZZA: TRAGEDIA, NON PIU' IN MEZZ'ORA

Washington, 22 dic. (Adnkronos) - Domino's Pizza Inc, la piu' grande catena di pizzeria ''a domicilio'' del mondo, quella che aveva costruito la sua reputazione sulla promessa di consegne in un massimo di trenta minuti ''dovunque ed in qualunque condizione'' e' stata costretta a rinunciare da oggi al suo celebre slogan in seguito ad una tragedia che le e' costata, oltretutto, la condanna ad un risarcimento record di 79 milioni di dollari, 135 miliardi di lire. A deciderlo e' stata una giuria di Saint Louis per ricompensare una donna rimasta seriamente impedita da gravi danni alla colonna vertebrale ed al capo, in un incidente nel 1989 quando fu tamponata a grande velocita' da un camioncino della Domino's passato col rosso, per rispettare i termini della consegna.

La notizia e' clamorosa soprattutto negli Stati Uniti dove tutti, dal presidente al piu' umile degli studenti universitari, sanno che una delle poche certezze nella loro vita era proprio la consegna in trenta minuti o meno della famosa pizza. Tant'e' vero che, per commentare la sentenza e la dolorosa rinuncia di Domino's, si scomodano anche gli psicologi. Carol Moog, esperta di psicologia della pubblicita', ricorda: ''La triste verita' e' che nessuno puo' controllare il tempo, nemmeno Domino's''.

Oltretutto, per l'enorme catena, 5.200 esercizi negli Stati Uniti, non e' nemmeno il primo incidente del genere: ha avuto diverse cause, l'ultima delle quali in maggio le era gia' costata quasi cinque miliardi di lire per la morte di una donna, di nuovo causata da eccesso di velocita'.

(Cab-Liv/Pan/Adnkronos)