ROMA: IL CENSUS MINACCIA DI PORTARE IL COMUNE IN TRIBUNALE
ROMA: IL CENSUS MINACCIA DI PORTARE IL COMUNE IN TRIBUNALE

Roma, 22 dic. (Adnkronos) - ''Siamo pronti a portare il Comune di Roma davanti ad un giudice. Non hanno mai vinto una causa, non saremo certamente noi a perdere''. Queste le parole di Luciano Caruso, presidente del consorzio Census, da due anni impegnato nel progetto di censimento e ammodernamento gestionale del patrimonio immobiliare del Comune di Roma. Progetto per il quale non ha ancora ottenuto dal sindaco di Roma Francesco Rutelli il consenso per la realizzazione.

''Noi siamo pronti per avviare il sistema informativo di gestione del patrimonio immobiliare da noi realizzato. E' una operazione che consentirebbe -ha proseguito Caruso- al Comune di realizzare circa cinquanta miliardi nel giro di pochi mesi''. Con questo tipo di gestione informativa, infatti, e' possibile in poco tempo individuare 15 mila posizioni contrattuali irregolari.

''E` un compito che spetta per legge a noi -ha ribadito Caruso- la struttura operativa del Census non puo` essere smantellata dall'oggi al domani. Solo se il Comune decidesse di affidare la gestione del suo patrimonio immobiliare ad una societa` mista disposta a utilizzare il lavoro svolto da questo consorzio,noi potremmo ritornare sulle nostre decisioni''.

(Red/As/Adnkronos)