SPOT TV: NATALE, E LA PUBBLICITA' SPARA A ZERO SUL CONSUMISMO
SPOT TV: NATALE, E LA PUBBLICITA' SPARA A ZERO SUL CONSUMISMO

Roma, 22 dic. (Adnkronos)- Incredibile, ma vero. Adesso anche la pubblicita' spara a zero sul consumismo. Contro il Natale dei buoni sentimenti, ipocrita e spendereccio, e' in arrivo sulle reti Rai e Fininvest una raffica di spot al vetriolo. Un pugno nello stomaco di quei telespettatori che fanno buoni propositi sotto l'albero. A firmarlo, Franco Bellino, creativo di punta della Young & Rubicam per l'associazione di volontariato dell'Asvi.

Sotto tiro questa volta sono proprio i miti edulcorati frutto della tradizione dei ''caroselli'' televisivi delle feste comandate. In 30 secondi Bellino si prefigge di distruggere completamente il ricordo della famigliola felice, riunita intorno ad una tavola bandita pronta a consumare spumante e panettone. E cosi' ironizza sui luoghi comuni della cultura borghese, sbatte sullo schermo il manager, le signore della Milano bene, la societa' del benessere che vive di griffe e di status symbol.

Cosa c'e' dietro tutto questo? Il vuoto. Un vago affiorare di sensi di colpa, sui quali dormirci su. E intanto fuori restano eserciti di poveri, bambini che muoiono di fame e malattie, barboni, popolazioni del terzo mondo allo stremo, i figli dell'Aids.

Il messaggio che emerge da questa serie di spot uno solo: italiani riflettete sui mali del mondo, siate buoni, non solo a Natale, ma tutto l'anno.

(Sin/As/Adnkronos)