FAMIGLIE: IN ITALIA E' FINITA QUELLA PATRIARCALE (2)
FAMIGLIE: IN ITALIA E' FINITA QUELLA PATRIARCALE (2)

(Adnkronos) - Emerge quindi che il 23,5 p.c. degli italiani vive con il padre in famiglia e precisamente l'83 p.c. della fascia tra i 15 e i 24 anni ed il 32 p.c. della fascia tra i 25 e i 34 anni. Piu' alta invece la percentuale di adulti che vive con la madre: l'89 p.c dei 15-24enni e il 39 p.c. dei 25-34enni. Si tende, insomma, ad abbandonabare la madre piu' difficilmente del padre se questa e' sola.

Altro dato messo in luce: i suoceri sono presenti molto raramente nelle famiglie di oggi in cui vivono generi e nuore: solo l'1,3 per cento degli italiani adulti convivono con il suocero e solo il 2,6 p.c. convivono con la suocera. L'indagine considera anche le parentele ascendenti: hanno ancora un nonno vivente il 26 per cento degli adulti, tra cui il 13 p.c. un nonno ed il 23 p.c.una nonna. Ad avere ancora un bisnonno, o meglio una bisnonna, e' solo l'1,1 p.c. cioe' mezzo milione di persone su 48 milioni di adulti , bambini e ragazzi esclusi.

Curiosa la risposta alla domanda: chi ha meno parenti, i giovani perche' molti non ancora sposati e senza figlio gli anziani perche' non hanno piu' ascendenti? Sono entrambi. Al primo posto e' la classe giovanile, dai 15 ai 24 anni, seguita a ruota dalla classe piu' anziana, oltre 64 anni. La classe piu' ricca di parenti e' invece quella centrale (35-44 anni). Altra conferma, infine, ad un dato che poteva essere intuito: nel Meridione la gente ha piu' parenti viventi che nel Nord e nel centro Italia, in seguito al maggior tasso di natalita'.

(Mil/Bb/Adnkronos)