NATALE: AZZARDI, MA SOLO PER GIOCO
NATALE: AZZARDI, MA SOLO PER GIOCO

Roma, 23 dic. (Adnkronos) - Puntate d'azzardo alle corse dei cavalli, giochi spericolati in Borsa, Totonero sulle prossime elezioni politiche: un Natale tutto all'insegna del rischio per i portafogli degli italiani. Ma genitori ansiosi, coniugi preoccupati e partiti in allarme stiano tranquilli: nessun pericolo di dissesti familiari o di crolli politici. ''Corsa Tris'', ''Borsa Internazionale'' e ''Monstercrash'' sono soltanto le ultime proposte natalizie della Ravensburger, l'azienda leader in Europa nella ideazione e produzione di giochi da tavolo per 'adulti', vale a dire dai 16 anni in su, e della Arti Grafiche Ricordi.

''Corsa Tris'' ha per base le scommesse e ricrea l'eccitante atmosfera che si respira negli ippodromi. Il gioco, infatti, e' molto simile alla realta' delle puntate: si puo' scommettere sul cavallo vincente, sul piazzato, sull'accoppiata e, appunto, sulla tris. Anche se l'importo giocato e il tipo di scommessa devono rimanere segreti sino alla fine della corsa.

L'idea di ''Borsa Internazionale'', invece, e' quella di far respirare il clima e i meccanismi di base delle 'corbeilles' che caratterizzano le Piazze Affari delle capitali mondiali dell'alta finanza. Titoli, azioni, patrimoni entrano in gioco facendo assaporare il brivido di guadagnare - o di perdere - montagne di soldi nel breve spazio di un attimo.

Dalla finanza alla politica - Tangentopoli insegna - il passo e' breve. Con il nuovo sistema elettorale si premiano le persone, prima ancora dei partiti. Ma quando i candidati alle elezioni si chiamano Gudrull, Skull, Gnorf, Eldor, Brutus, Grinak, Oskur, Cwandar, Krokod, Trint forse non ci si sente del tutto tranquillizzati. Sono i protagonisti di ''Monstercrash'' che, in una competizione elettorale priva di scrupoli e ricca di colpi bassi, cercano di assicurarsi il controllo politico di un'isola. L'importante, per il Paese, e' che la lotta fra simili candidati resti sotto l'Albero di Natale, senza invadere le aule dei nostri Tribunali.

(Bon/Bb/Adnkronos)