CREDIT: TUTTO IL CDA DIMISSIONARIO AD INIZIO ANNO
CREDIT: TUTTO IL CDA DIMISSIONARIO AD INIZIO ANNO

Roma, 23 dic. - (Adnkronos) - Prosegue l'opera di ''rinnovamento'' del Credito Italiano, dopo la privatizzazione dell'istituto. E questa volta il rinnovamento partira' dai vertici della banca di piazza Cordusio: nel primo consiglio di amministrazione del 1994, che dovrebbe scolgersi nei primi 15 giorni di gennaio, infatti, tutti i membri del cda del Credit dovrebbero presentarsi dimissionari.

Oltre al presidente Natalino Irti che ha gia' annunciato le proprie dimissioni gia' prima dell'operazione di privatizzazione dell'istituto, percio', dovrebbe rimettere il mandato l'intero consiglio, a partire dai due amministratori delegati, Piercarlo Marengo e Egidio Giuseppe Bruno. Un atto formale, dovuto nei confronti dei nuovi azionisti privati della banca di piazza Cordusio.

Il consiglio dovrebbe poi rimanere in carica per l'ordinaria amministrazione, in attesa che l'assemblea rinnovi l'intero cda, facendo entrare i rappresentanti dei nuovi azionisti, e proceda a a nominare il vertice che, per rispettare un'esigenza di continuita' gestionale, potrebbe vedere la riconferma degli amministratori delegati.

Attualmente il consiglio e' costituito, oltre che dal presidente e dai due amministratori delegati, da Enrico De Mita e Arrigo Gattai come vicepresidenti, e, come consiglieri, Pietro Ciucci, Antonio Cortellazzo, Vittorio Di Stefano, Alberto Falck, Paolo Gastaldi, Tommaso Vincenzo Milanese, Giovanna Recchi e Gianmario Roveraro.

(Sec/Bb/Adnkronos)