FISVI: PARMALAT AUGURA ''BUON LAVORO'' E LASCIA (2)
FISVI: PARMALAT AUGURA ''BUON LAVORO'' E LASCIA (2)
LAMIRANDA, CON CRAGNOTTI GESTIONE PARITARIA

(Adnkronos) E i due nuovi soci sembrano proprio avere bisogno di auguri. Gia' le prime dichiarazioni ufficiali, all'indomani dell'accordo, non sembrano molto in sintonia. Cosi' nel corso di una conferenza stampa, questa mattina, Saverio Lamiranda ha rivendicato, per esempio quella gestione comune della finanziaria Cbd che Cragnotti ha contestato, attribuendosela, in dichiarazioni alla stampa.

Ma i piccoli 'diverbi' saranno superati, assicura Lamiranda forte dell'intesa che prevede una serie di clausole cautelative in attesa del rendez-vous finale in programma tra tre anni. In quell'occasione le partecipazioni e i rapporti tra i due gruppi potranno mutare. Ma non oggi: ''il bando d'asta consentiva il trasferimento di Cbd in altre societa' purche' fossero controllate al 51 per cento da Fisvi'' ricorda. E l'accordo con Cragnotti ''e' paritario e la C&P non potra' rilevare nemmeno parte del flottante''.

E' un Lamiranda apparentemente tranquillo e poco turbato dalle dichiarazioni di Cragnotti, quello che si appresta a dirigere un gruppo che, gia' nel 94 , registrera' circa 1400 mld di fatturato frutto della fusione Cbd, Ala e Polenghi. Rassicura sul fronte aumento di Capitale Fisvi: ''i cooperatori hanno sottoscritto la loro quota e c'e' la possibilita' di rilevare fino al 10 p.c. dell'inoptato'' dice. Ma sopratutto quello che gli interessa e' dimostrare, ''certificare che Fisvi mantiene gli impegni nei tempi prefissati'' per lo sviluppo ''della sola impresa privatizzata che parlando italiano e' in grado di andare nel mondo'' (segue)

(Lil/Bb/Adnkronos)