FISVI: PARMALAT AUGURA 'BUON LAVORO' E, LASCIA (3)
FISVI: PARMALAT AUGURA 'BUON LAVORO' E, LASCIA (3)
I COSTI FINANZIARI

(Adnkronos) - L'accordo firmato da Lamiranda e Cragnotti prevede una complessa struttura societaria: Cragnotti con una quota del 10 p.c. e un esborso pari a 1.300 lire per azione (in tutto 7mld) entrera' in Fisvi, la finanziaria che controllera' il 51 per cento di New Company, il 49 per cento andra' alla Cragnotti.

A New company, capitale sociale pari a 310 mld, fara' capo la totalita' del pacchetto azionario (62,12 p.c. prima dell'opa) della Fin. cbd, che controllera', a sua volta, col 99,9 p.c., la cbd spa. Gli assetts apportati da Cragnotti, Ala e Polenghi, dovrebbero, in un primo tempo confluire nella finanziaria per poi confluire nella spa.

Il costo complessivo dell'operazione, secondo Cragnotti, si aggirerebbe sui 300 mld. Lamiranda oggi ha sostenuto che, per ora, l'apporto, e prima delle valutazioni degli assetts, e' di 157 mld..

Di certo, a quanto si apprende, alla base dell'abbandono di Parmalat c'e' stata proprio la valutazione dell'impegno finanziario, ritenuto troppo forte per le soluzioni proposte. Considerato che i 160 mld di Unilever per l'acquisto dell'olio Bertolli andranno a copertura delle perdite Cbd, servirebbero 155 mld per il pagamento all'Iri della prima tranche, 190 pronti per far fronte all'opa, un centinaio per rifinanziare Cbd. Il tutto senza dimenticare le possibili incognite relative all'aumento di capitale da 200 mld. Tutti i cooperatori hanno sottoscritto ma solo tra 60 giorni, quando scadranno i termini, si sapra' l'entita' reale. Alla fine, un'operazione da 500 mld: il costo dell'intero pacchetto Cbd.

(Lil/Gs/Adnkronos)