TESSILE: LORO PIANA - LA CRISI SI AFFRONTA COSI'
TESSILE: LORO PIANA - LA CRISI SI AFFRONTA COSI'
FATTURATO IN CRESCITA, RADDOPPIO DEL PORTAFOGLIO

Roma, 23 dic. (Adnkronos) - Fatturato in crescita, raddoppio del portafoglio. La crisi del tessile non sfiora la Loro Piana, leader mondiale di tessuti in cashmere. Il presidente, Sergio Loro Piana, non rientra nel coro degli imprenditori sballottati dalla recessione che spingono sull'acceleratore dei licenziamenti per pareggiare i conti in attesa della ripresa. Anzi, spiega che la crisi e' salutare e fara' piazza pulita dei falsi mercanti che negli anni delle vacche grasse hanno inondato i mercati di prodotti a prezzi stracciati.

''L'ubriacatura durata fino al '92 non si rivedra' piu' - spiega all'Adnkronos Sergio Loro Piana- la ripresa se ci sara' sara' lentissima, molto piu' matura, certi atteggiamenti consumistici saranno piu' riflessivi e solo chi potra' garantire un ottimo rapporto prezzo-qualita', avra' successo nel futuro. Questa crisi -sottolinea- ha fatto chiarezza sul mercato dell'offerta, nel senso che nella grande abbuffata galleggiavano anche aziende che adesso sono state punite e dopo la crisi, probabilmente non ci saranno piu', lasciando spazio a quelle in ordine''.

Nella sede del prestigioso lanificio non spiegano l'andamento positivo dei conti con ricette magiche, ma con l'adozione di strategie mirate, investendo cioe' in tecnologia, scommettendo sulle strutture commerciali estere, giocando la carta della qualita' a tutti costi e non lucrando come tanti altri sulla svautazione. ''Quando si sentivano le prime avvisaglie di crisi - dice Loro Piana- abbiamo deciso di investire molto del fieno che avevamo in cascina, puntando sulle sedi estere commerciali, non tenendoci in tasca la svalutazione, ma anzi rivedendo i margini di contribuzione, sfruttando insomma la nostra multinazionalita'''. (segue)

(Cre/Bb/Adnkronos)