I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. Ancora una notizia confortante per l'economia italiana: gli scambi di merci con i paesi dell'Unione Europea hanno segnato per l'Italia un saldo attivo di 23.980 miliardi. Nel solo mese di ottobre l'attivo e' stato di 1.309 miliardi. Nello stesso periodo dello scorso anno era stato registrato un passivo di 9.025 miliardi.

Roma. I produttori di vino sono in testa alla classifica. Ma il primato, purtroppo, non e' dei migliori: si tratta, infatti, di frode alimentare. Ancora una volta, dunque, come ai tempi del vino al metanolo, sembrerebbe che delle nostre bottiglie non ci possa proprio fidare. Almeno a giudicare dai dati raccolti dall'Ispettorato Centrale Repressione Frodi. Nel corso del '92, l'Icrf ha notificato ai produttori vitivinicoli 1.678 violazioni amministrative, 224 notizie di reato e 68 sequestri.

Roma. Neanche una. In tutto il '93 i concessionari italiani non sono riusciti a vendere neppure una Ferrari Testarossa. La crisi, evidentemente, non ha risparmiato neppure i miliardari, almeno a giudicare dai dati dell'Unrae. Il cavallino, ormai non piu' rampante, e', infatti in buona compagnia: insieme a lui rischiano l'estinzione anche il felino della Jaguar e la vittoria alata della Rolls Royce.Grossi problemi anche per le altre case produttrici di vetture dai prezzi proibitivi: nei primi unidici mesi dell'anno si sono vendute 97 Porsche, contro le 220 del '92, 27 Maserati (nel '92 erano 45) e le Lotus sono scese da quota 117 a 58. La Cadillac si associa alla Ferrari con il primato negativo: neppure una vettura venduta nel '93, mentre l'anno scorso c'erano stati ben tre acquirenti. (segue)

(Dis/Pe/Adnkronos)