NATALE: LA STORIA DELL'ALBERO
NATALE: LA STORIA DELL'ALBERO

Roma, 24 dic. -(Adnkronos)- Quando San Francesco d'Assisi, nel 1223, allesti' per la prima volta un Presepe per ricordare la nascita di Gesu', l'albero di Natale era gia' considerato il simbolo incontrastato del 25 dicembre da qualche secolo. L'abete ornato da trastulli divento' in Europa l'emblema delle festivita', dall'ottavo secolo in poi, grazie all'opera di un missionario inglese di nome Bonifacio, incaricato dalla Chiesa di Roma di insegnare la fede cristiana in Germania.

Bonifacio, arrivato in terra germanica proprio il giorno di Natale, incontro' un gruppo di persone che stavano sotto una grande quercia pronte a sacrificare un bambino per far piacere al loro Dio. Il missionario riusci' a liberare il bambino e ad abbattere l'albero. Ai piedi della pianta abbattuta crebbe immediatamente un piccolo abete che venne tagliato ed affidato alla gente quale simbolo di vita. L'alberello venne chiamato da Bonifacio ''l'albero di Gesu' Bambino''. L'albero sempreverde da allora ricorda che la vita continua anche d'inverno, quando la natura appare sopita.

(Red/Pe/Adnkronos)