MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI
MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI

Milano, 24 dic. (Adnkronos) - Sono soltanto due gli imputati dell'inchiesta mani pulite che trascorreranno in Natale in carcere, si tratta dell'ex assessore socialista Paolo Malena e del funzionario del comunhe Ernesto Giambertone, accusati entrambi di aver ricevuto denaro nella informatizzazione del Comune di Milano. Sono invece sette i latitanti che trascorreranno il Natale con l'incubo di essere arrestati. Tra essi ci sono personaggi illustri come l'ex presidente della Comit Enrico Braggiotti e l'ex agente generale dell'Ina Franco Troielli. Sono anche latitanti l'ex segretario particolare di Bettino Craxi Mauro Giallombardo, il giornalista Luigi Bisignani, l'ex vicepresidnete della metropolitana milanese Aldo Moro e la ex segretaria di Gianni De Michelis, Barbara Ceolin.

Alcuni di essi sono stati convocati a testimoniare al processo contro Sergio Cusani, il finanziere che proprio ieri ha riacquistato la piena liberta', ma certamente non torneranno in Italia mancando ormai da molti mesi. SI prospetta comunque un gennaio molto impegnativo perche' il 4 ricominceranno le udienze del processo Cusani, udienze fitte di deposizioni di personaggi illustri. Ci saranno anche altri processi come quelli relativi alle cosiddette carceri d'oro, alle discariche regionali, e quello relativo all'azienda elettrica milanese che vede imputati gli ex sindaci TOgnoli e Pillitteri.

Il 23 di gennaio infine ci sara' l'udienza preliminare per la vicenda Eni-Sai, primo processo che vede come imputato l'ex segretario scoialista Bettino Craxi.

(Nsp/Pe/Adnkronos)