NATALE: L'ANGOSCIA DELLE FAMIGLIE DEI SEQUESTRATI
NATALE: L'ANGOSCIA DELLE FAMIGLIE DEI SEQUESTRATI
(RIF.N.32) -

Roma, 24 dic. (Adnkronos) - Ancora una volta Natale d'angoscia, purtroppo, per le famiglie delle persone finite in mano dall'anonima sequestri che non hanno fatto ritorno a casa. In alcuni casi si tratta di momenti vissuti anche negli anni scorsi, quando il 25 dicembre passo' senza che fosse possibile riabbracciare i propri cari, e di ferite che rischiano di non potersi piu' rimarginare. E' cosi' per i familiari di Mirella Silocchi, rapita a Collecchio (Pr) il 28 luglio 1989, che ormai gli inquirenti considerano morta.

Analoga sorte riguarderebbe anche Andrea Cortellezzi, sequestrato a Tradate (Va) il 17 febbraio 1989, e Vincenzo Medici, finito in mano ai rapitori a Bianco (Rc) sempre nel 1989, il 21 dicembre.

Terzo Natale d'angoscia anche per i familiari di Giancarlo Conocchiella e Pasquale Malgeri, rapiti, rispettivamente, il 18 aprile 1991 e il 7 ottobre dello stesso anno a Briatico (Cz) e Grotteria (Rc). (segue)

(Sam/Pe/Adnkronos)