NATALE: SEQUESTRI - RIBOLDI, ''DIO, VA' AL CUORE DEI RAPITORI''
NATALE: SEQUESTRI - RIBOLDI, ''DIO, VA' AL CUORE DEI RAPITORI''

Roma, 24 dic. - (Adnkronos) - ''Dio, svegliati, squarcia il cielo, fai scendere la tua giustizia, entra nell'anima dei sequestratori e sequestra i loro cuori. Fa' che tutti, rapitori e rapiti, gustino il calore di un Natale sereno''. E' l'appello, affidato all'Adnkronos, di Mons. Antonio Riboldi, il vescovo di Acerra che in questi anni si e' sempre distinto come baluardo morale contro il dilagare della criminalita'.

Contro quella che lui stesso chiama ''una mentalita', un'abitudine consolidata, una 'specializzazione''' del crimine, Mons. Riboldi scende in campo con forza e chiede all'Anonima sequestri: ''Possibile che non vi vengano i brividi nella coscienza, che non vi rendiate conto di quello che fate, dell'errore che commettete per quattro soldi?''. Di qui la richiesta: ''Donate la liberta' a chi tenete in catene, regalate loro una festa e festeggiate anche voi. Forse perderete un po' di miliardi, ma la pace vale molto di piu'''.

Ai familiari dei rapiti arriva da Mons. Riboldi l'esortazione ''a pregare, a credere nell'intervento misterioso di Dio, capace di far convertire anche chi ha perso momentaneamente la retta via. Non bisogna perdere la speranza''.

(Mac/Zn/Adnkronos)