GIAPPONE: PRESIDENTE D'INDUSTRIA SUICIDA PER BANCAROTTA
GIAPPONE: PRESIDENTE D'INDUSTRIA SUICIDA PER BANCAROTTA

Tokio, 24 dic. (Adnkronos/Jiji) - Il presidente della Hanix Industry Co. Sakae Hirokawa si e' ucciso facendo karakiri nel salone d'ingresso dell'Ufficio regionale delle tasse di Tokio, squarciandosi l'addome con un coltello. Erano le 16,30 quando il presidente della societa', appena dichiarata in bancarotta, ha fatto karakiri davanti a decine di persone: immediatamente soccorso e' stato trasportato in ospedale dove e' morto un'ora piu' tardi.

L'episodio e' avvenuto a poche ore dalla dichiarazione di bancarotta da parte del tribunale distrettuale di Tokio per la Hanix Industry, una societa' che produce piccoli macchinari industriali per l'edilizia, con sede centrale a Miyoshi nella prefettura di Saitana. In maggio aveva chiesto protezione fiscale in base alla legge giapponese, a causa delle gravi condizioni del mercato. Il 15 dicembre aveva ritirato la richiesta e presentato istanza di fallimento insieme alle sue tre affiliate, ma sulla situazione dell'azienda aveva influito pesantemente l'intervento dell'Ufficio regionale del fisco che aveva accusato la Hanix di aver occultato circa 3,2 miliardi di yen (circa 40 miliardi di lire) di utili ottenuti con la vendita di azioni proprie al momento della fluttuazione in Borsa.

(Cab/Pe/Adnkronos)