I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (3): L'INTERNO

Roma. ''Questo Parlamento, nell'undicesima legislatura repubblicana, ha operato in condizioni particolarmente difficili, quasi drammatiche. Per la prima volta nella storia italiana, una riforma elettorale radicale ha cambiato in corso d'opera il sistema di voto e creato una nuova fonte di legittimita'''. Lo ha detto il presidente del Senato, Giovanni Spadolini, in un'intervista al TG4. ''Una legge elettorale che metteva in discussione l'esistenza del Parlamento stesso -ha proseguito Spadolini- e' stata approvata e votata in tempi incredibilmente brevi. Non diciamo che sia la migliore, perche' evidentemente e' un compromesso che potra' essere ulteriormente rivisto alla luce dell'esperienza. Ma il Parlamento ha fatto onore a tutti i suoi impegni con uno zelo e uno slancio che erano pari ai motivi di sfiducia dominanti nella pubblica opinione''.

Roma. Verra' presentato oggi il manifesto programmatico dei neocentristi della Dc. Ieri i neocentristi avevano inviato al segretario della Dc Martinazzoli una raccomandata per chiedere la convocazione del Consiglio Nazionale. Immediata la replica del vicepresidente del Senato Granelli: ''Casini ha chiesto con raccomandata il Consiglio Nazionale -ha dichiarato il senatore Dc- per decretare, come vuole Rosy Bindi, la morte della Dc. In piu' vuole pluralismo interno e alleanze a destra. Di fronte a queste irritanti richieste bisogna ripetere che ne' il Consiglio Nazionale ne' il segretario, hanno il potere di sciogliere il partito con un intollerabile arbitrio''.

Roma. ''L'Italia risorgera'!''. Con queste parole, pronunciate non come una speranza, ma come certezza, si chiudeva l'anno scorso il tradizionale messaggio televisivo di San Silvestro del capo dello Stato al Paese. E proprio partendo da questa convinzione si dovrebbe muovere l'augurio che Oscar Luigi Scalfaro rivolgera' domani sera, alle 20,30 su tutte le reti televisive nazionali, agli italiani. Una certezza che Scalfaro, che proprio in queste ore e' al lavoro per preparare il suo discorso, ribadira' nonostante l'Italia abbia alle spalle un anno particolarmente difficile.

Milano. Lira in recupero su marco e dollaro in apertura dei mercati valutari italiani. La moneta tedesca e' stata infatti quotata 986,37 lire contro le 989,28 della quotazione indicativa di ieri. Il dollaro e' invece stato scambiato in apertura a 1.696,50 lire, tre punti in meno delle 1.699,61 di ieri. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)