TANGENTOPOLI: LA CHIESA - TROPPI LINCIAGGI
TANGENTOPOLI: LA CHIESA - TROPPI LINCIAGGI

Roma, 31 dic. (Adnkronos) - Per un cattolico e' inaccettabile il linciaggio a cui vengono sottoposti i politici italiani coinvolti nelle inchieste Mani pulite. Ed e' anche pericoloso, perche' potrebbe portare al successo leader politici demagoghi. Lo sostiene lo storico Roberto Morozzo Della Rocca, della comunita' romana di Sant'Egidio, nel libro ''I cristiani e la vita politica'' di prossima pubblicazione da parte delle Edizioni Paoline. ''La reazione alle inchieste di tangentopoli, nell'opinione pubblica, e' consistita, oltre che in un sentimento di soddisfazione per la vitalita' degli organi giudiziari - afferma l'intellettuale cattolico - in una certa volonta' di giustizia sommaria e in un soprassalto di moralismo, quasi che i pubblici scandali fossero qualcosa di lontano dall'operato dei privati cittadini''.

I cristiani, per il senso della misura che viene loro dalla conoscenza della debolezza umana, dovrebbero, sottolinea Morozzo Della Rocca, sottrarsi ''alla psicologia del linciaggio e attendere il risultato dei vari procedimenti giudiziari in corso (che si sperano rapidi) senza la tentazione di trasformarsi ciascuno in pubblico ministero. Allo stesso tempo i cristiani dovrebbero ricordarsi che spesso alla pagliuzza nell'occhio del fratello fa riscontro la trave nel proprio''.

Non si tratta di giustificare o sminuire le responsabilita' dei politici e degli amministratori corrotti, precisa lo studioso, ''ma di evitare facili moralismi accompagnati da altrettanto facili peana all'indirizzo del popolo incorrotto. Perche' certe visioni di un popolo puro, oltre a fare dei politici il capro espiatorio della societa' nel suo insieme possono facilmente portare al successo di nuovi e peronistici demagoghi''.

(Pam/Gs/Adnkronos)