VIOLENZA DONNE: REGIONE LAZIO ISTITUISCE CENTRI ACCOGLIENZA
VIOLENZA DONNE: REGIONE LAZIO ISTITUISCE CENTRI ACCOGLIENZA

Roma, 31 dic. (Adnkronos) - Entra in vigore con la pubblicazione del Bollettino ufficiale della Regione del 10 dicembre 1993 la legge n.64 approvata di recente dal Consiglio regionale del Lazio che prevede l'istituzione di centri comunali e provinciali per donne vittime di violenza fisica, psicologica e sessuale, oltreche' di maltrattamenti.

Il fine e' quello di fornire alle stesse aiuti pratici ed immediati per sottrarle alla situazione di pericolo. I centri, dotati di un centralino telefonico in funzione nell'arco dell'intera giornata, dovranno avere, per accedere al finanziamento regionale, strutture e personale femminile specializzato ed assicurare alle donne interessate ospitalita', orientamento legale, consulenza psicologica e assistenza sociale. La legge prevede l'istituzione di almeno un centro per ognni capoluogo di provincia.

Lo stanziamento regionale e' pari a 250 milioni per il 1993, mentre l'Assessorato di riferimento e' quello ai Servizi sociali della Regione Lazio, in via del Caravaggio, 105 (tel.5135888).

(Red/Gs/Adnkronos)