RICERCA: RAZIONALIZZAZIONE E MAGGIORE PESO ALL'INDUSTRIA (2)
RICERCA: RAZIONALIZZAZIONE E MAGGIORE PESO ALL'INDUSTRIA (2)

(Adnkronos) - Ai programmi nazionali di ricerca, finanziati attraverso il Consiglio nazionale delle ricerche (Cnr), cui sono andati quest'anno 1050 miliardi, sono stati destinati 300 miliardi. Tali programmi, che d'ora in avanti verranno definiti di concerto con le imprese, sono ambiente, tecnologie in cardiologia (in particolare in questo settore Colombo ha annunciato una importante razionalizzazione tesa a favorire la competitivita' delle industrie italiane), nuovi sistemi produttivi di meccatronica per l'industria, tessile, biotecnologie con indirizzi diversi e farmaceutica.

Per denunciare la necessita' reale del collegamento fra industria e mondo della ricerca, assente fino ad ora in Italia, Colombo ha ricordato che mentre i progetti finalizzati sono stati istituiti nel 1986, solo ora e' stato scritto il contratto tipo per la cessione dei risultati ottenuti nell'ambito di questi programmi all'industria dallo Stato.

Ingenti finanziamenti sono stati sbloccati per alimentare la ''legge 46'' (i progetti di ricerca industriali) cui andranno complessivamente 540 miliardi quest'anno (di cui 150 iscritti nella finanziaria, il resto ''avanzato'' dai precedenti stanziamenti, 650 nel 1995, e 650 nel 1996).

L'assegnazione dei finanziamenti sara' resa molto piu' efficiente: mentre ora dal momento in cui viene presentato il progetto di ricerca applicata all'arrivo dei finanziamenti passano due o tre anni, Colombo ha garantito la riduzione di questo intervallo a un anno subito e a sei otto mesi in un futuro prossimo. (segue)

(Sip/Gs/Adnkronos)