I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Mosca. Con una mossa inaspettata, il leader nazionalista russo, Vladimir Zhirinovsky, ha ritirato la sua candidatura alla presidenza della Camera bassa della Duma, il parlamento appena insediatosi a Mosca. Il leader del partito liberal democratico - in corsa con altri dieci parlamentari per la carica - ha annunciato la sua decisione questo pomeriggio spiegando di non avere intenzione di fare il ruolo del ''portaordini'' nel ruolo di presidente della Camera bassa. Tra i candidati alla carica c'e' anche l'ex presidente del Parlamento sovietico, Anatoly Lukyanov, che e' uno degli imputati per la rivolta della Casa Bianca di Mosca dell'ottobre scorso. Gli altri candidati sono il vice primo ministro Sergei Shakhrai, Vladimir Lukin, Alexander Braginnsky, Yuri Vlasov, Valentin Kovalev, Sergei Kovalev, Vladimir Medvedev ed Ivan Rybkin. L'elezione del presidente da parte dei 444 membri della Camera bassa era prevista per questo pomeriggio. La Camera alta ha gia' votato suo presidente Vladimir Shumeiko.

Londra. La principessa Diana starebbe per convertirsi alla religione cattolica. Lo afferma il quotidiano inglese ''Times'' che registra ''voci in questo senso che si stanno moltiplicando a tutti i livelli''. Intanto domani, a testimoniare la profonda crisi che sta vivendo la chiesa anglicana, il cui capo e' la regina Elisabetta II, nella catterdrale di Westminster avverra' la cerimonia del passaggio della duchessa di Kent al cattolicesimo. All'evento sono stati invitati solo pochissimi amici.

Il Cairo. Tre agenti della polizia egiziana sono rimasti uccisi in un'imboscata tesa dagli estremisti islamici nella cittadina di Kussia, localita'situata 350 chilometri a Sud del Cairo nella provincia di Assyut, roccaforte dell'eversione integralista contro il regime del presidente Hosni Mubarak. Dopo l'imboscata -avvenuta proprio di fronte alla centrale di polizia- il commando della ''Jamaa Islamiya'' si e' dileguato con le armi degli agenti uccisi. Questa settimana, sempre nella provincia di Assyut, un colonnello della polizia ed il suo autista erano rimasti uccisi in un agguato analogo. Almeno 250 persone sono morte in Egitto negli ultimi due anni in attentati di matrice radicale islamica.

Magdeburgo. Proteste in Germania per la riapertura dell'unico deposito tedesco di scorie nucleari. Un carico di cinque metri cubi di rifiuti atomici e' stato trasportato durante la notte dalla centrale nucleare in disuso di Greifswald, nel nord della Germania, al deposito di rifiuti di Morsleben, nello Stato centrale della Sassonia-Anhalt. Il trasporto che ha segnato la riapertura del vecchio deposito utilizzato ai tempi della Repubblica democratica tedesca, ha scatenato le ire degli ecologisti di Greenpeace, che hanno messo in risalto la mancanza di sicurezza del deposito di Morsleben.

Pechino. L'ex presidente degli Stati Uniti George Bush e' arrivato oggi a Pechino per una visita privata di ''buona volonta''' di cinque giorni. Bush, che in passato aveva ricoperto la carica di ambasciatore a Pechino, e' accompagnato in Cina dal generale Brent Scowcroft, suo ex consigliere per la Sicurezza nazionale. Ad accoglierli all'aereoporto della capitale si sono presentati l'ambasciatore americano a Pechino, J. Stapleton Roy, e il vice ministro degli Esteri cinese Liu Huaqiu.

Tokyo. Il Giappone aumentera' il suo contributo alle spese delle Nazioni Unite, passando dall'attuale 12,45 al 15 per cento, al piu' tardi entro il 1997. Lo ha reso noto una fonte del ministero degli Esteri giapponese, specificando che lo stesso ministero ha proposto un aumento provvisorio al 13,5 per cento per il 1995 e il successivo adeguamento entro il 1997. L'Onu rivede ogni tre anni l'entita' dei contributi versati da ogni Stato membro, tenendo in considerazione il prodotto interno lordo e altri fattori. I ritocchi per i tre anni successivi al 1995 saranno decisi in una sessione dell'Assemblea Generale nel prossimo autunno. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)