AIDS: IN LOMBARDIA 6334 CASI NEGLI ULTIMI DIECI ANNI
AIDS: IN LOMBARDIA 6334 CASI NEGLI ULTIMI DIECI ANNI

Milano, 13 gen. -(Adnkronos)- Sono 6334 i casi di Aids rilevati in Lombardia dall'83, data di accertamento del primo malato, al 31 dicembre del '93. I dati sono forniti dal servizio di Igiene pubblica dell'assessorato regionale alla Sanita' della Lombardia. Oltre il 98 p.c. (6212 casi) e' rappresentato da adulti, mentre sono 122 i bambini colpiti dal virus. 3664 persone, pari al 57,85 p.c. degli ammalati, e' deceduta in questi anni. L'Aids ha colpito prevalentemente gli uomini, 5088 e 1124 donne, mentre tra i bambini sono 65 i maschietti e 57 le femminucce.

La categoria a maggior rischio in Lombardia e' rappresentata dai tossicodipendenti (4269, il 67 p.c. del totale), seguite dagli omosessuali (14 p.c. con 881 ammalati), gli eterosessuali (558 pari l'8 p.c.). Altre cause o altri comportamenti non noti hanno portato a contrarre l'Aids 355 persone.

I figli a rischio (figli di genitori malati di Aids o comunque infetti), rappresentano l'1,8 p.c. degli ammalati (114), mentre gli emofilici (33 casi) e i trasfusi (37 casi) toccano rispettivamente lo 0,52 e lo 0,58 p.c. sul totale. L'eta' media dei soggetti colpiti dal virus e' di 33 anni per gli uomini e di 30 per le donne. Tra i tossicodipendenti l'eta' media diminuisce a 29 anni, mentre tra gli omosessuali sale a 40 anni.

Il numero piu' consistente degli ammalati e' concentrato nella provincia di Milano: 3246 pari al 51,25 p.c.. Seguono la provincia di Brescia con 764 casi, 12,06 p.c.; la provincia di Varese (648 casi, 10,23 p.c.), Bergamo (437 casi, 6,9 p.c.), Como (309 casi, 4,8 p.c.), Pavia (179 casi, 2,83 p.c.), Cremona (157 casi, 2,48 p.c.), Mantova (106 casi, 1,67 p.c.), Sondrio (28 casi, 0,44 p.c.). Sono inoltre 360 i casi di Aids che hanno colpito cittadini provenienti dall'estero e da altre regioni che sono stati assistiti in Lombardia, poco piu' del 7 p.c..

(Red/Lr/Adnkronos)