DIABETE: ADDIO INSULINA - IN ITALIA VIA ALL'INNESTO DI CELLULE
DIABETE: ADDIO INSULINA - IN ITALIA VIA ALL'INNESTO DI CELLULE

Roma, 13 gen (Adnkronos) - Cinquanta diabetici gravi potranno nel 1994 dire addio all'uso dell'insulina. Ed il numero e' destinato a salire interessando fino a duemila persone nei prossimi anni. Parte su vasta scala l'operazione innesto di ''insulae'' pancreatiche al centro trapianti dell'universita' ''La Sapienza'' diretto dal professor Raffaello Cortesini. Lo ha annunciato oggi all'Adnkronos lo stesso Cortesini a margine della conferenza stampa ''Organizzazione dell'attivita' di prelievo e trapianto in Italia''.

''La novita' piu' importante del 1994 e' l'uso su vasta scala di cellule provenienti da pancreas umano innestate in pazienti diabetici - ha detto Cortesini - il cosiddetto innesto di insulae (le cellule che producono insulina) direttamente nel fegato del diabetico, un intervento che dura due ore e che puo' essere effettuato dall'eta' di 7-8 anni. Per ora ne abbiamo effettuati solo cinque con risultati ottimi e quest'anno li estenderemo''.

''Abbiamo parecchi pazienti in lista d'attesa - ha aggiunto Cortesini - e una grande raccolta di insulae con tre banche in Italia unificate tra loro, per un totale di molti milioni di insulae congelate. Nel '94 trapianteremo 50 pazienti diabetici e i risultati previsti sono: una funzionalita' dell'80 per cento, con una durata per ora di due-tre anni per poi ripetere l'innesto. Durante questo periodo il paziente non avra' naturalmente bisogno di insulina. I diabetici che possono beneficiare di questa tecnica sono circa duemila''.

''Grazie poi agli allevamenti di maiali transgenici, cioe' con caratteristiche genetiche umane - ha concluso Cortesini - avremo grandi quantita' di insulae pancreatiche che potranno essere prodotte su scala industriale con una fonte di innesti enorme per i pazienti diabetici che si sottoporranno all'innesto di cellule''.

(Ria/Pe/Adnkronos)