BURUNDI: AIUTI DAL PROGRAMMA ALIMENTARE MONDIALE (2)
BURUNDI: AIUTI DAL PROGRAMMA ALIMENTARE MONDIALE (2)

(Adnkronos) - Circa 250.000 persone si sono spostate all'interno del Burundi, trovando rifugio in scuole, chiese, centri sociali o in campi improvvisati. L'80 per cento dei profughi sono donne e bambini. La piu' grande concentrazione di profughi si trova nelle provincie di Kirundo e Gitega. La situazione e' molto precaria dato che i profughi vivono in luoghi sovraffollati e in condizioni igienico-sanitarie estremamente difficili.

In Ruanda -prosegue la nota- si contano 375.000 rifugiati. Alcuni di questi vivono presso le famiglie ma la maggioranza si trova in campi improvvisati a Butare, Kimbungo e Gashora. I campi sono sovraffollati, l'acqua scarseggia e la situazione igienica e' estremamente grave. La popolazione e' stremata e si teme la diffusione di epidemie.

In Tanzania sono arrivate altre 300.000 persone, che sono state ospitate nelle scuole e negli stadi nelle regioni di Kigoma e Kagera. La distribuzione del cibo e' resa molto difficile dalle strade dissestate. Molti rifugiati sono morti a causa della malaria e di malattie intestinali.

I 50.000 rifugiati che hanno trovato asilo in Zaire -conclude la nota- sono stati accampati nei pressi di Uvira, vicino alla frontiera con il Burundi.

(Com/Zn/Adnkronos)