UGANDA: RESA DEL CAPO DELLO ''SPRITO SANTO''
UGANDA: RESA DEL CAPO DELLO ''SPRITO SANTO''

Kampala, 13 gen. (Adnkronos/Dpa) - Ha deciso di arrendersi e consegnarsi alle autorita' dell'Uganda il leader guerrigliero Joseph Kony, 29enne ex catechista cattolico che guida dall'aprile del 1987 il Movimento dello Spirito Santo. Lo ha reso noto il giornale di Kampala ''Daily Topic'', precisando che Kony ha deciso di arrendersi insieme ai suoi ultimi 300 guerriglieri attivi nell'Uganda settentrionale dopo una lunga trattativa con l'inviato del governo Betty Tigombe, sottosegretario alla Presidenza del consiglio del governo del Movimento di resistenza nazionale (Nrm) del presidente ugandese Yoweri Museveni.

Kony ha chiesto un'amnistia generale per i suoi guerriglieri e di poter firmare il trattato di pace insieme a Museveni alla presenza dei diplomatici e dei giornalisti stranieri accreditati a Kampala. Il Movimento dello Spirito Santo (Hsm), inizialmente denominato Movimento cristiano democratico unito (Ucdm), aveva dato vita ad una guerriglia permeata da un fanatismo religioso cattolico-animista reponsabile di eccidi e saccheggi indiscriminati. I guerriglieri dell'Hsm affrontavano sprezzanti le pallottole dell'Esercito di resistenza nazionale (Nra) di Museveni convinti di essere invulnerabili per divina intercessione di Kony.

(Lun/Gs/Adnkronos)