I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Sarajevo. Le forze serbe hanno continuato la notte scorsa e questa mattina i loro attacchi contro la linea di difesa musulmana nella Bosnia settentrionale ed orientale. I combattimenti piu' duri sono avvenuti attorno alla citta' di Olovo. Da entrambe le parti su registrano morti e feriti. Secondo alcuni comandanti musulmani, i serbi hanno ricevuto dei rinforzi e si apprestano a tentare di travolgere la difesa musulmana ad Olovo, aprendosi cosi' la strada verso la zona industriale di Tuzla. Combattimenti vengono segnalati anche attorno a Brcko, a nord di Tuzla. Intanto questa mattina sono riprese le trattative sulla Bosnia: e' in corso un secondo incontro tra i presidenti croato Franjo Tudjman e serbo Slobodan Milosevic.

Giacarta. Un forte terremoto di 5,8 gradi della scala Richter ha scosso questa mattina alle dieci ora locale la provincia orientale di Irian Jaya in Indonesia. Per il momento non vi sono notizie di vittime o danni. L'epicentro del sisma, di poco inferiore a quello di Los Angeles che e' stato di 6,6 gradi Richter, e' stato individuato a Cendarawasih Bay, a 2735 chilometri da Giacarta.

Los Angeles. Il presidente americano Bill Clinton ha confermato la sua visita di oggi nella citta' calforniana colpita lunedi' socrso dal terremoto. Clinton vuole rendersi conto di persona degli effetti del sisma. Il bilancio delle vittime e' salito: secondo quanto riferito da alcune emittenti televisive americane i morti accertati sarebbero 42. Clinton ha gia' firmato un ordine che autorizza l'impiego dei fondi federali di emergenza per affrontare i danni del sisma. Secondo una prima stima, il terremoto ha causato danni per otto miliardi di dollari. Ma le scosse non sono ancora finite e alcune, giunte fino al quinto grado della scala Richter, hanno creato nuovi danni. Negli ospedali della California sono state ricoverate duemila persone. La polizia continua intanto a sorvegliare la citta' per evitare episodi di sciacallaggio: 73 persone sono state arrestate per violazione del coprifuoco notturno, saccheggi e atti di vandalismo.

Mogadiscio. Un sottufficiale italiano e' rimasto ferito ad una mano durante un'esercitazione di tiro. L'episodio, accaduto ieri, e' stato rivelato soltanto oggi da un portavoce dell'Onu. Il militare italiano e' stato ricoverato nell'ospedale di Jowhar e le sue condizioni di salute sono giudicate ''stabili''.

Bangkok. Almeno 23 persone hanno perso la vita e altre 20 sono rimaste ferite nel secondo grave incidente fra un camion e un pullman avvenuto in Thailandia in meno di una settimana. Questa volta l'incidente e' avvenuto nella provincia nordoccidentale di Chaiyaphum. Secondo la polizia il conducente del pullman avrebbe perso il controllo del mezzo per l'eccessiva velocita' invadendo la corsia opposta e scontrandosi col camion. I due autisti sono fuggiti prima dell'arrivo della polizia.

Tel Aviv. Per la prima volta Israele avra' un ambasciatore arabo. Yussef Haj-Yihye, 61enne ex giudice della citta' settentrionale araba di Taibe, diventera' ambasciatore in Finlandia dopo la formalizzazione della sua nomina che avverra' martedi in seno all'apposito comitato del ministero degli Esteri. La candidatura, annunciata oggi, e' stata presentata dal partito laburista attualmente al potere. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)