RUSSIA: L'AMBIENTE VA IN PEZZI, ALLARME DEL WWF
RUSSIA: L'AMBIENTE VA IN PEZZI, ALLARME DEL WWF

Roma, 19 gen. -(Adnkronos)- La crisi economica sta distruggendo le risorse naturali ancora incontaminate in Russia. L'allarme e' del Wwf che chiede alle agenzie internazionale ed ai governi di attivare un finanziamento di 17 milioni di dollari per preservare un patrimonio di specie animali e vegetali unico al mondo, racchiuso nelle aree protette. In Russia si trovano infatti straordinarie ricchezze biologiche quali un quinto delle foreste mondiali, il lago piu' profondo, il Baikal, la fascia costiera piu' lunga di ogni altra nazione e specie rare ed endemiche come la tigre siberiana, il leopardo dell'Amur, la gru siberiana, l'aquila di mare di Steller, la foca del Baikal e l'antilope saiga.

In collaborazione con un centinaio di scienziati russi il Wwf ha preparato un piano di salvataggio presentato oggi (''Conservare la diversita' biologica in Russia'') che delinea azioni e investimenti per salvare le aree protette russe ''il cui punto debole -come spiega il coordinatore dei progetti del WWf in Russia Vladimir Krever- non e' costituito dalla gestione o dagli esperti, ma solo dai soldi''. ''Gli Usa -aggiunge il direttore per la scienza della conservazione del Wwf degli Stati Uniti Eric Dinersten- hanno stanziato 400 milioni di dollari per sostenere il programma spaziale russo nei prossimi quattro anni. Per meno di un dodicesiomo di quella cifra possiamo salvaguardare alcuni degli ultimi territori naturali sulla terra''.

Dall'Italia e' intervenuto anche il neo segretario dell'Associazione Gianfranco Bologna che ha sottolineatoil ruolo strategico per la salvezza del Pianeta delle aree protette russe. ''Le grandi estensioni russe di foreste e di taiga sono un grandissimi serbatoio di carbonio -sottolinea Bologna- e dunque contribuiscono all'equilibrio climatico su scala globale. La loro salvaguardia e' quindi nell'interesse di tutti gli abitanti del Pianeta''.

(Ata/Zn/Adnkronos)