I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO
I FATTI DEL GIORNO. 1/A EDIZIONE (2): L'ESTERO

Sarajevo. L'artiglieria serba ha sottoposto ad un violento martellamento diverse citta' della Bosnia settentrionale nelle prime ore di stamane. Contemporaneamente, forze terrestri serbe hanno lanciato attacchi contro le due citta' di Maglaj e Tesanj nella Bosnia settentrionale. Almeno quattro persone sarebbero morte a Maglaj, sei civili sono stati gravemente feriti, mentre a Tesanj le perdite vengono definite ''molto alte''. Violenti combattimenti vengono segnalati anche nella zona della citta' industriale di Tuzla, sempre nel nord, bastione dei musulmani, e a Brcko.

Washington. La capitale americana e' completamente paralizzata dal freddo polare calato su tutto il Nord America, soprattutto sulla costa orientale: gli uffici federali sono chiusi e perfino la Casa Bianca ha annunciato che oggi funzionera' a orario ridotto, con i dipendenti governativi invitati a restare a casa o a lavorare part time. Il bilancio delle vittime negli stati del Nord dell'Unione e' salito a 57 da domenica scorsa, mentre le temperature hanno toccato i 40 gradi sotto zero, e tormente imperversano su varie zone.

L'Aja. Dopo la Francia, anche l'Olanda costretta a chiudere le spiagge. Migliaia di capsule contenenti un insetticida altamente tossico si stanno arenando sulle coste olandesi e il governo dell'Aja, con una decisione senza precedenti, ha deciso di vietare l'accesso ai 220 chilometri di coste e spiagge di questo paese proteso sul mare. Oltre all'insetticida, arrivato nei giorni scorsi sulle coste bretoni, sono stati trovati a Zandvoort, in Olanda, due detonatori simili ai quattromila che in dicembre si arenarono sulle spiagge francesi provocandone la chiusura.Secondo i guardacoste olandesi, l'insetticida proviene dal cargo francese ''Sherbo'' che in dicembre perse 90 contenitori durante una tempesta in mare.

Parigi. Spettacolare rogo stamane, per fortuna senza vittime, all'aeroporto parigino Charles De Gaulle. Un Airbus A340-200 dell'Air France, parcheggiato nella zona di manutenzione dell'aereoporto parigino, e' andato completamente distrutto in un enorme rogo. Ai vigili del fuoco c'e' voluta mezz'ora abbondante per spegnere le fiamme, ma l'aereo era gia' andato irrimediabilmente perduto. Le cause dell'incendio sono sconosciute. (segue)

(Dis/Pe/Adnkronos)