I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA
I FATTI DEL GIORNO. 3/A EDIZIONE (4): LA CRONACA

Milano. Il giudice Di Pietro ha approfittato della conclusione anticipata dell'udienza del processo Cusani, causata dalla mancata testimonianza di Pacini Battaglia, per incontrare alcuni parlamentari belgi che stanno studiando dei progetti di legge sulla corruzione nella pubblica amministrazione. All'incontro, avvenuto presso una caserma della Guardia di Finanza di Milano, erano presenti anche i magistrati Gherardo Colombo e Francesco Greco, anch'essi appartenenti al 'pool' di mani pulite. ''In Belgio stiamo studiando cosa fare -ha spiegato il presidente del Partito liberale Patrick Dewael- per combattere la corruzione. Dobbiamo cambiare le regole dei contributi ai partiti e quelle degli appalti. Stiamo studiando la legislazione italiana in materia''.

Roma. Il sistema creditizio, il ministero del Tesoro ed il governo sono sul banco degli imputati per i mancati controlli antiriciclaggio. Le accuse, dopo che ieri il procuratore della Repubblica di Firenze Pier Luigi Vigna ha segnalato che le indagini si muovono ''senza avere alcuna segnalazione dalle banche italiane'', vengono dai sindacati e dalle associazioni a tutela dei consumatori.

Roma. Un ordine di custodia cautelare in carcere e' stato emesso dal Gip Raffaele De Luca Comandini, su richiesta dei pm Vinci e Misani, nei confronti di Giorgio Reggio. La decisione si colloca nell'ambito dell'inchiesta sulle tangenti Agusta. Reggio e' accusato ''di aver promesso e poi effettivamente dato denaro a pubblici ufficiali inducendoli a compiere atti contrari ai loro doveri di ufficio'' e di avere elaborato - assieme ai vertici di Agusta, Francesco Fusco e Roberto D'alessandro, della Siam leasing, Luciano D'Angeli, e della controllante B.N.A., Francesco Matera - il meccanismo che ha permesso di nascondere una tangente da 2,5 miliardi per l'acquisto di elicotteri da parte della P.A. Una tangente che ha permesso alla Siam leasing, che agiva in esclusiva per l'Agusta, di garantirsi ordini per 800 miliardi di lire.

Roma. Dramma a Rebibbia: nel reparto G-9 del nuovo complesso il detenuto C.F., gravemente ammalato di Aids, si e' ''cucito la bocca''. C.F., che non mangia da qualche giorno, comincia ad essere in condizioni critiche, visto che sta perdendo circa 1,5 chilogrammi al giorno. A denunciare il fatto e' il presidente della Commissione Criminalita' della Regione Lazio Angiolo Marroni, che ne e' venuto a conoscenza nel corso di un intervento presso i detenuti sul tema ''Normativa sulla salute, sulla tossicodipendenza e sull'Aids. Applicazioni in carcere e prespettive''. All'origine del gesto di C.F. ci sarebbe il mancato accoglimento dell'istanza per ottenere il ricovero in una struttura idonea alla cura della malattia. Richiesta -come specifica Marroni- che il magistrato di sorveglianza avrebbe rigettato sulla base del referto medico del carcere che non giustificava le dimissioni del detenuto dall'istituto.

Washington. L'osteoporosi e' soprattutto una malattia ereditaria. A scatenarla, secondo uno studio condotto da un'equipe di ricercatori australiani e pubblicato oggi su ''Science'', sarebbe infatti un gene, responsabile per almeno il 60 per cento dell'insorgere della malattia, che colpisce soprattutto le donne e provoca una consistente demineralizzazione dello scheletro e rarefazione della trama proteica dell'osso. Gli altri fattori, come condizioni ambientali e dieta alimentare, contribuirebbero al 40 per cento. Il gene nella normalita' istruirebbe le cellule a produrre ricettori per la vitamina D, una sostanza prevalentemente preposta al controllo dell'assorbimento e dell'utilizzazione del calcio. Un suo difetto determinerebbe squilibrio del metabolismo protidico. (segue)

(Dis/Gs/Adnkronos)