CALVI: CONDANNATO IL RICETTATORE DI KNIGHTSBRIDGE
CALVI: CONDANNATO IL RICETTATORE DI KNIGHTSBRIDGE

Roma, 21 gen -(Adnkronos)- Agostino ''Tino'' Vallorani, antiquario 43enne accusato di ricettazione per la rapina multimiliardaria di Knightsbridge a Londra nel 1987, e' stato condannato ad un anno e quattro mesi per questo reato oggi dal tribunale penale di Roma. L'intera pena, comminata con rito abbreviato e' stata condonata.

Vallorani, oltre ad essere legato alla ''rapina del secolo'', organizzata dal suo amico d'infanzia. il neofascista Valerio Viccei, condannato a 22 anni ed ora in carcere in Italia, interessa alle autorita' italiane perche' ritengono che sappia ancora molto sull'omicidio del presidente del Banco Ambrosiano, Roberto Calvi, trovato morto a Londra il 18 giugno del 1982.

Proprio Viccei, anche lui originario delle Marche come Vallorani, si e' reso protagonista dell'ultimo caso di depistaggio smascherato dagli accertamenti della Direzione investigativa antimafia. Viccei aveva detto di essere in possesso di documenti bancari appartenuti a Roberto Calvi trovati, insieme a valori e droga, in una delle cassette di sicurezza scassinate nel caveau di Knightsbridge. Secondo quanto sosteneva Viccei -che puntava ad essere inserito nel programma di protezione dei pentiti- quella cassetta di sicurezza apparteneva al mafioso Francesco di Carlo, boss del clan Cuntrera Caruana, l'uomo che secondo le rivelazioni di altri pentiti eccellenti, come Francesco Marino Mannoia e Tommaso Buscetta, avrebbe strangolato su ordine di Pippo Calo' Roberto Calvi. (segue)

(Liv/Zn/Adnkronos)