CGIL: TRENTIN, IL POTERE AI QUARANTENNI
CGIL: TRENTIN, IL POTERE AI QUARANTENNI
IL GRUPPO DIRIGENTE AVVIA IL RINNOVAMENTO -

Roma, 27 gen. (Adnkronos) - Saranno i quarantenni a guidare la Cgil del dopo Trentin. E' questa l'indicazione che lo stesso Bruno Trentin, confermando la sua irrevocabile decisione di lasciare la confederazione entro luglio, ha dato in apertura della riunione del direttivo confederale. Da oggi, la Cgil avvia cosi' il percorso di rinnovamento del gruppo dirigente che terminera' entro l'estate. Dall'autunno prossimo, si aprira' invece il periodo precongressuale, che si concludera' in gennaio, con lo svolgimento del tredicesimo congresso della confederazione. Come primo passo, oggi il direttivo ha nominato la ''commissione istituzionale'' che dovra', a partire dalla prossima settimana, effettuare le consultazioni tra i membri del direttivo.

Della commissione fanno parte la presidenza del direttivo stesso (Tonini, Sai, Martini) i membri della commissione di garanzia (Falzaga, Rossetti, Grisolia), il presidente dell'Inca Sergio Puppo, e il segretario d'organizzazione Paolo Lucchesi. Nel corso della consultazione, la commissione chiedera' ai componenti del direttivo di esprimersi sul numero dei membri che dovra' comporre la nuova segreteria, sui poteri che questa dovra' avere, sui rapporti tra la segreteria stessa e il direttivo, ecc.. In questo primo giro di consultazione non si parlera' tuttavia di candidati: sara' infatti un secondo giro di consultazioni, che prendera' il via dopo le elezioni politiche, a decidere chi saranno i nuovi dirigenti della Cgil.

Tutto il percorso, dovra' essere concluso tassativamente entro il mese di luglio. Subito dopo l'elezione del nuovo segretario generale e della nuova segreteria, si terra' un direttivo che avviera' la discussione politica sugli scenari congressuali.

(Nnz/Gs/Adnkronos)