PUBBLICO IMPIEGO: POCHI I SOLDI, SI CHIEDE INTERVENTO DI CIAMPI (2)
PUBBLICO IMPIEGO: POCHI I SOLDI, SI CHIEDE INTERVENTO DI CIAMPI (2)

(Adnkronos) - La Cgil propone di incrementare le risorse previste dalla finanziaria agendo sul drenaggio fiscale. Lo Stato si ritroverebbe con 1300 miliardi in piu' se concentrasse la restituzione del fiscal drag (1300 mld) sulla tredicesima del '94, caricandola cosi' sul bilancio '95. ''Meta' di questi fondi -spiega Alfiero Grandi segretario confederale della Cgil- potrebbe essere destinate a sostegno dell'occupazione, l'altra meta' per i contratti del pubblico impiego''.

Sul cammino della trattativa ci sono pero' altri ostacoli. Cgil, Cisl e Uil chiedono che l'agenzia abbia maggiore autonomia. Sarebbero troppi i tentativi di restriungere la possibilita' di azione dell'agenzia. ''Un conto e' una direttiva chiara che sancisce un'autonomia dai confini ben precisi, -dice Trucchi- un'altro e' assistere a questa serie di decisioni che si continuano a prendere per limitare questa autonomia''.

Treu intanto precisa che la direttiva sara' perfezionata entro 15 gioni. ''Nel frattempo -dice- l'agenzia elaborera' proprie proposte per i prossimi tavoli di confronto''. Il responsabile dell'agenzia si dichiara pronto a riscrivere assieme ai sindacati le regole che hanno governato la contrattazione della pubblico impiego in tutti questi anni. ''Si apre una fase costituente per la pubblica amministrazione -dice- si puo' lavorare bene e ragiungere degli obiettivi validi, come una nuova organizzazione del lavoro. RItengo inoltre che se si attuera' una mobilita' seria, si potranno evitare anche licenziamenti e cassa integrazione''.

(Cre/Zn/Adnkronos)