CALABRIA: LA CRIMINALITA' PREPARAVA UN ALTRO ATTENTATO
CALABRIA: LA CRIMINALITA' PREPARAVA UN ALTRO ATTENTATO

Reggio Calabria, 4 feb. (Adnkronos) - La 'ndrangheta stava preparando un altro attentato. Obbiettivo la caserma dei carabinieri di Pellaro, un quartiere alla periferia di Reggio Calabria. L'attentato doveva essere realizzato con un grosso ordigno esplosivo. A rivelare tutto e' un pentito della 'ndrangheta, lo stesso che avrebbe dovuto collocare l'esplosivo. La notizia e' stata diramata questa mattina dal colonnello Cetola comandante del gruppo provinciale dei carabinieri di Reggio Calabria nel corso di una conferenza stampa nella quale e' stata illustrata l'operazione che ha portato all'arresto di 28 persone con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata allo spaccio di stupefacenti.

Gli ordini di cattura eseguiti questa notte sono stati 28, su 34 disposti dal sostituto procuratore della Repubblica Giuseppe Verzera e ratificati dal gip Iside Russo. Per quanto riguarda l'attentato alla caserma dei carabinieri di Pellaro la rivelazione ai militari e' stata fatta da un pentito. L'organizzazione dei trafficanti di droga operava in modo particolare sulla zona jonica della citta' di Reggio Calabria con il compito di smistare le partite di droga tra i piu' accreditati spacciatori della periferia reggina, di Melito Porto Salvo e di Villa San Giovanni.

(Nsp/As/Adnkronos)