MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI
MANI PULITE: IL PUNTO DELLE INDAGINI

Milano, 4 feb. (Adnkronos) - Sono ancora il processo Cusani e le pesanti accuse lanciate nel corso dell'ultima udienza da Carlo Sama nei confronti del Pci-Pds al centro dell'attenzione a Mani Pulite. Per oggi sono attesi negli uffici della procura tutti i carteggi e i quaderni tecnici di bordo relativi ai cinque jet ''Falcon'' del gruppo Ferruzzi. Documenti sequestrati dalla Guardia di Finanza di Ravenna per ordine del sostituto procuratore Jociviello. Stando ad una prima visione degli atti pare non risulti che, nell'autunno dell''89, vi sia stato un volo da Milano a Roma, con scalo a Forli', con a bordo Raul Gardini, Sergio Cusani e un terzo accompagnatore. Tuttavia i magistrati milanesi attendono di visionare di persona quelle carte. Intanto, in un'intervista rilasciata a Ravenna, Carlo Sama dichiara: ''Da luglio ad oggi avro' raccontato solo il 20-30 p.c. delle cose che possono riguardare un gruppo com'era il nostro''.

Si apprende inoltre che il racconto del famoso miliardo da Raul Gardini ai vertici del Pci per la defiscalizzazione, Sama l'aveva gia' fatto al sostituto procuratore Antonio Di Pietro la settimana scorsa. Alle accuse di parlare a rate, l'ex amministratore delegato di Montedison replica deciso: ''Non sono io che parlo a rate ma sono gli altri che mi fanno le domande un po' per volta''. Sama ricorda poi di aver testimoniato la prima volta sull'episodio relativo al Pci-Pds il 21 dicembre ma, prosegue nell'intervista ''nessuno mi chiese altri particolari, ne' il pm ne' Spazzali approfondirono la questione. Perche' allora avrei dovuto ingiurare qualcuno per mia iniziativa?''.

(Nsp/As/Adnkronos)