PADRI: PER GLI UOMINI I FIGLI SONO UN SALVACOPPIA
PADRI: PER GLI UOMINI I FIGLI SONO UN SALVACOPPIA

Roma, 4 feb. -(Adnkronos)- Cosa spinge oggi gli uomini a desiderare di diventare padri? A quanto e' risultato da un'indagine a tappeto condotta in Italia a cura del professor Giuseppe Cirillo, psicosessuologo e studioso della comunicazione, e presentata oggi a Milano, la motivazione piu' ricorrente, 12 per cento del totale, sarebbe questa: tentare con un figlio di legare piu' saladamente a se' la donna amata. Una convinzione che denuncia, sottolineano gli esperti, una forta diffusa insicurezza di coppia tra la popolazione maschile.

L'11 per cento, invece, ha motivato il proprio istinto alla paternita', confessando di essere convinto che un figlio sia la maniera piu' sicura per tenere impegnata e sotto controllo la donna. Un 10 per cento tiene a procreare per dimostrare la propria virilita'. Mentre un altro 10 per cento ammette che un bambino serve a dare senso alla vita.

Un 7 per cento degli uomini ritiene di potere attraverso un figlio assicurare continuita' a se stessi. Un altro 7 per cento lo fa per bisogno di normalita' e un altro 7 per cento ancora per completare un rapporto a due.

Oggetto delle proprie aspettative frustrate e' per il 6 per cento degli uomini. Scopo dell'amore per un altro 6 per cento. Una maniera per riempire la vita della casa per un altro 6 per cento ancora. Il 5 per cento intraprende la strada della paternita' per vincere la malinconia. La stessa percentuale per appoggiarsi a qualcuno nella vecchiaia. Il 4 per cento per curiosita' o per ragioni patrimoniali. Il 3 per cento lo definisce un desiderio naturale dopo un esaltante rapporto sessuale o ammette di farlo per egoismo. La stessa percentuale dice di essere diventato padre per incidente di percorso. Solo il 2 per cento accetta la paternita' per rendere felice la partner.

(Sin/Zn/Adnkronos)