DANZA: DANIEL EZRALOW, COREOGRAFO DELL'ARENA
DANZA: DANIEL EZRALOW, COREOGRAFO DELL'ARENA

Roma, 4 feb. (Adnkronos) - Daniel Ezralow, il popolare danzatore e coreografo americano, sara' in scena da stasera a Verona al teatro Filarmonico (repliche l'11 febbraio alle ore 20.30; il 6 e il 13 alle ore 15.30), protagonista di quattro lavori espressamente creati per i solisti e il corpo di ballo dell'Ente Lirico Arena. In programma: ''Read my hips'' (musica di Michel Colombien), ''Tour dell'Olanda'' (musica di Philip Glass, video realizzato da Jasco Groen), ''Super straight is coming down'' (musica di Thom Willems), ''Mandala'' (scene di Mietta Corli, visual images Mietta Corli e Daniel Ezralow).

''Verona doveva essere lo scenario naturale per uno spettacolo dedicato a Salgari -ha detto all'Adnkronos prima del debutto Daniel Ezralow-. Era gia' tutto pronto, libretto e musica con gli amici di 'Time out', Luigi De Carlo e Ludovico Einaudi. Ma purtroppo ci sono stati molti problemi e il progetto e' stato rinviato. Mi sono dedicato allora a quattro creazioni per una compagnia educata alla severa disciplina della danza accademica. Non e' la prima volta che collaboro con un ente lirico, era gia' successo qualche anno fa alla Pergola di Firenze con il Maggio Fiorentino.

''Ho abbandonato per qualche tempo gli Iso, il gruppo che ho fondato con Morleigh Steinberg, Ashley Roland, Jamey Hampton. Nessun tradimento in seno alla nostra splendida famiglia, ognuno di noi e' libero di scegliere, di sperimentare nuove strade. Recentemente Morleigh e' stata invitata da Francis Ford Coppola per realizzare le coreografie del film 'Dracula', ma aveva gia' incontrato Mickey Rourke e Carre' Otis in 'Orchidea selvaggia'. Il mio ultimo successo e' stato proprio qui in Italia accanto a Vittorio Gassman nella piece teatrale 'la balena bianca'. Un'esperienza indimenticabile. Gassman non e' soltanto un attore straordinario, e' un uomo ricco di umanita' e rispetta profondamente gli artisti. Ma il vostro Paese mi ha sempre portato fortuna. Ricordo Lina Wertmuller e Angela Molina in 'Un complicato intrigo di donne, vicoli e delitti' o 'La visione del Sabba' di Marco Bellocchio con Raffaella Rossellini''. (segue)

(Cap/As/Adnkronos)